Utente



Username:

Password:


 Login Automatico



Ho dimenticato la password

Non ti sei ancora registrato?
Cosa aspetti? Iscriviti, è gratis!


In Linea
26 utenti online:
0 Registrati
0 Nascosti
26 Visitatori

Utenti registrati: Nessuno


Record utenti online 215
Data Record: Gio 23 Feb, 2017 12:08
Statistiche
Abbiamo 325 Utenti Registrati
L'ultimo utente registrato è Valdo

Ci sono 16202 Messaggi nel Forum in 3324 argomenti



Articoli
Sanremo 2010
Da flesciata  Lun 01 Mar, 2010 05:59
Prima Donazione Del 2010
Da flesciata  Mer 27 Gen, 2010 13:05
La Chiesa delle Anime Benedette o delle Anime del Purgatorio
Da Staff Viscarani  Lun 28 Dic, 2009 21:17
I Moti del 1848 in Sicilia
Da Staff Viscarani  Sab 26 Dic, 2009 12:58
Le Chiese dei Frati Minori e di Sant’ Agata
Da Staff Viscarani  Mar 22 Dic, 2009 19:13
NascondiUltime News

Il vincitore della 35a giornata del Fantacalcio è VITOCT con la squadra VITOCT (84)! - Online Viscarani Enterprise: il browser game di Viscarani.it! - Online la chat di Viscarani.it

20 Nov 2017: Non ci sono News

Il Muro
Festeggiamenti In Onore Di San Vincenzo - Anno 2011 Inviato il  Mer 11 Mag, 2011 20:10 Da Staff Viscarani
News
PROGRAMMA RELIGIOSO


Image


PROGRAMMA FOLKLORISTICO

Image


 

Questa notizia ha  515 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Teatro Greco Di Siracusa: XLVII Ciclo Di Spettacoli Classici Inviato il  Mer 11 Mag, 2011 20:04 Da Staff Viscarani
News
Image


Il XLVII Ciclo di Spettacoli Classici si apre l’11 maggio con il Filottete di Sofocle; seguirà, il 12, la rappresentazione dell’ Andromaca di Euripide. Gli spettacoli andranno avanti a giorni alterni fino al 19 giugno. Dal 24 al 26 giugno sarà messa in scena una delle commedie più note di Aristofane: Le Nuvole.

Quest’anno, spiegano gli organizzatori, “si è voluto dar voce a due tragedie poco rappresentate ma di particolare intensità: L’Andromaca di Euripide e il Filottete di Sofocle. Sono due drammi della decadenza, composti, come la commedia, Le Nuvole di Aristofane, nel travagliato periodo della Guerra del Peloponneso, terribile scontro tra la democratica Atene e la valorosissima Sparta (seconda metà del V secolo a.C.). Saranno portate in scena figure di grande dignità e nello stesso tempo relegate ai margini. Ostaggi di un’umanità meschina, intrappolati da regole anguste di convivenza sociale o dalla loro stessa inflessibilità”.

Euripide descrive la sorte riservata alla vedova di Ettore, Andromaca. Dopo la conquista di Troia da parte dei Greci, la donna è stata assegnata come bottino di guerra a Neottolemo, da cui ha avuto un bambino. Ma quest’ultimo ha preso in moglie la figlia di Menelao, Ermione, la quale non riesce ad avere una discendenza, teme che erede del marito possa diventare il “bastardo” e vuole perciò uccidere Andromaca.
Il dramma salda insieme alcune schegge dell’epica e rivela l’ansia propedeutica di Euripide, il suo profondo desiderio di educare il popolo in uno dei periodi più bui della storia greca. Il tragediografo trasporta il pubblico attraverso una gamma variegata di sentimenti: pietà, odio, dolore, rassegnazione e speranza. A queste emozioni si unisce il patriottismo ateniese, accentuato dalle tetre figure di Ermione e Menelao, progenitori della nemica Sparta.
Come Andromaca, anche Filottete è una vittima della guerra e grida giustizia. Il personaggio sofocleo è grande e infelice, degno di ammirazione e di pietà. Su di lui si abbatte il disprezzo dei compagni achei, che lo abbandonano nell’isola di Lemno durante il viaggio verso Troia. L’eroe è stato morso da una serpe e, poiché il fetore della ferita e le sue urla disturbano l’esercito, è lasciato solo, relegato a una vita misera e stentata. Un oracolo divino annuncia però che senza il suo arco, appartenuto a Eracle, Ilio non potrà mai essere vinta; dovrà necessariamente tornare nel campo di battaglia.
Filottete, chiarisce il regista G. Borgia, “è l’ultimo degli eroi, testimone e portatore di quel mondo di guerrieri-leoni sempre più lontano, costantemente minacciato dalle volpi come Ulisse, qui simbolo delle devastazioni prodotte dall’uso distorto della parola, sofista, politico corrotto, capro espiatorio di tutta una generazione tradita, che assiste impotente al declino della polis ateniese”.
Il Ciclo degli spettacoli si chiuderà con Le Nuvole di Aristofane; con il ricordo di una città gravata dalla corruzione morale e intellettuale. Protagonista della commedia è il povero Strepsiade che decide di mandare il figlio Fidippide dal “sofista” Socrate, affinché possa imparare un metodo utile a cacciare i suoi debitori. Tuttavia il giovane, con la stessa dialettica, spiega al padre che è per il suo bene se ha deciso, dopo il tirocinio, di prenderlo a bastonate. Il commediografo si fa dunque testimone dell’uso corrotto della conoscenza, dell’abuso della parola per sovvertire il diritto a proprio vantaggio.
Ad Atene sono ormai tramontati i vecchi princìpi, l’ordine antico e ogni rispetto per gli dei e per gli anziani. E’ necessario perciò proporre un nuovo ordine di valori, “esorcizzando, attraverso il riso liberatorio della satira, i mali di un tempo…un tempo che è anche nostro”.

Tutte le informazioni sul ciclo di spettacoli sono sul sito dell'Inda.
...


Leggi tutto 

Questa notizia ha  328 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
DOnazione Sabato 7 Maggio Inviato il  Gio 05 Mag, 2011 22:35 Da Staff Viscarani
Avis Acate
Image


Il sangue è vita


 

Questa notizia ha  412 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
[Fantacalcio] 33a Giornata Online! Inviato il  Gio 05 Mag, 2011 20:42 Da SkyOne
News
Image


Calcolati i voti della 33a giornata della Viscarani League II!

Il vincitore del premio settimanale (panino e bibita da Nuccio) è amentri17 con la squadra AFTA punteggio 88!

Gedo in testa!



Il vincitore della giornata non è pregato di mandare una email all'indirizzo


Image


 

Questa notizia ha  308 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Comunicato Stampa Mpa Inviato il  Mar 03 Mag, 2011 19:17 Da Staff Viscarani
News
Apprendiamo con sentita amarezza dell’uscita dal Movimento per le Autonomie del consigliere comunale Pippo Monello.
Invero un ennesimo cambio di casacca era preventivabile anche perché in politica, come nella vita, vale sempre il detto “chi tradisce una volta tradisce sempre”.
Lo stesso Pippo Monello nella dichiarazione di fuoriuscita ha accennato alcuni dei passaggi partitici compiuti nella sua travagliata vita politica, omettendone altri e by-passando i cambi di “corrente” all’interno delle molteplici formazioni in cui ha militato.
Ebbene ci saremmo attesi da lui giusto quattro righe di spiegazione, senza artati tentativi di giustificare l’ingiustificabile passaggio avvenuto con una tempistica da record del mondo (e sai bene a cosa ci riferiamo, caro Pippo. Ma di questo risponderà la tua coscienza).
Da lui leggiamo che “La politica acatese tende a curare sempre più gli interessi personali” … e ci crediamo! I suoi innumerevoli cambi di partito dimostrano scientificamente che può rinunciarsi con tutta serenità alla propria collocazione partitica in cambio di chissà quale promessa o in virtù di chissà quale ambizione!
Da lui leggiamo di “Burattini” che popolano la politica acatese e anche su questo non possiamo smentirlo: per anni lo è stato, con l’aggravante che i burattinai sono stati decine di onorevoli diversi!
Caro Pippo, noi abbiamo avuto il coraggio di modellare la nostra iniziativa politica a ciò che abbiamo ritenuto corretto per il nostro paese. Il tempo ci darà ragione o, molto probabilmente, torto, ma è certo che nessuno potrà mai accusarci di avere cambiato di un solo centimetro la rotta autonomista nella quale fortemente crediamo. Alla luce del tuo ennesimo passaggio partitico un dato è certo: oggi ha vinto l’ideale autonomista
.Chi aveva deciso di “fare fuori” un gruppo di giovani volenterosi ha dichiarato la sconfitta abbandonando per primo la nave e confermando che la forza di un’idea non può essere cancellata da chi cerca collocazioni partitiche soltanto per questioni di opportunità ed interesse politico-personale. “U cavaddu si viri i lonca strata”, così recitava il vecchio proverbio siciliano.Tu hai deciso per l’ennesima volta di cambiare bandiera partitica, noi invece proseguiamo per la nostra strada ancora più forti, decisi e convinti di prima.
A te, e a chi ti ha preceduto nella corsa ad altri lidi, rivolgiamo il nostro più sincero augurio di trovare finalmente uno scoglio solido al quale aggrapparti, senza più scivolare.
A meno che la tua reale intenzione sia di entrare nel “Guinnes dei Primati” come “L’uomo che ha cambiato più partiti al mondo”. E in tal caso non ti rivolgiamo nessun augurio, ma ti porgiamo i nostri sentiti complimenti visto che già ci sei entrato con ampi meriti e per acclamazione.
Ad maiora!
...


Leggi tutto 

Questa notizia ha  624 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Acate - Denunciato Un Romeno Per I Reati Di Ricettazione E Trasporto Non Autorizzato Inviato il  Sab 30 Apr, 2011 11:08 Da Staff Viscarani
News
Image


Nella serata di lunedì 25 aprile 2011 dopo Pasqua, i Carabinieri della Stazione di Acate hanno denunciato a piede libero T.C. A., rumeno 24enne residente in Italia tra Niscemi e Acate, bracciante agricolo, per il reato di ricettazione e di trasporto di materiale speciale senza la prescritta autorizzazione come prescrive la Legge Speciale nr. 210 del 2008.
L’uomo transitava a bordo di un’auto quando i Carabinieri di Acate, impegnati in un consueto servizio perlustrativo di controllo del territorio, si insospettivano per l’evidenza del materiale trasportato e procedevano ad accurato controllo del conducente e della sua auto.
La perquisizione veicolare aveva esito decisamente positivo: all’interno della vettura venivano rinvenuti circa 50 kg di cavi in rame intrecciato, lunghi circa 11 metri cadauno. Il controllo, circa eventuale autorizzazione al trasporto di tali materiali/rifiuti speciali, era negativo, così i Carabinieri sottoponevano a sequestro tutto il rame.
Si tratta di rame che viene usato in quella forma, per essere interrato in posizione adiacente a quegli impianti serricoli con struttura metallica e la sua specifica funzione è di sicurezza per gli stessi; nello specifico è quella di fungere da “caduta a massa” in caso di fulmini che colpissero la serra.
Sono in corso ulteriori indagini di polizia giudiziaria della Stazione di Acate per stabilire dov’è stato ...


Leggi tutto 

Questa notizia ha  437 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Pippo Monello Si Dichiara Indipendente Inviato il  Sab 30 Apr, 2011 11:04 Da Staff Viscarani
News
Image

La politica acatese ha in questi ultimi anni raggiunto il suo massimo declino, infatti non riesce ad uscire fuori dai confini comunali, facendo così rimanere Acate, la cenerentola della Provincia di Ragusa.
Tutto ciò, nonostante si sia, negli ultimi anni registrato un risveglio dei cittadini, diventati sempre più attenti alla vita politica, formulando specifiche richieste e desiderando una classe politica evoluta ed attenta alle reali esigenze della popolazione e del territorio.
È vero, i cittadini esprimendo il loro voto, a volte scegliendo il meno peggio, ma chi viene eletto, non può sempre seguire le fredde logiche elettorali, anzi deve impegnarsi affinché ogni cittadino riceva eguali attenzioni, nell'interesse collettivo e generale.
Dopo 13 anni da consigliere, mi accorgo come oggi più di ieri, la politica acatese tende a curare sempre più gli interessi personali a discapito dei cittadini tutti anche e soprattutto dei più deboli; lotte interne tra maggioranza contro maggioranza opposizione contro opposizione, hanno ridotto Acate ad un cumulo di macerie; il consiglio comunale, luogo deputato ad affrontare e risolvere le esigenze dei cittadini ridotto ad un teatrino di politicanti burattini nelle mani di pseudo partiti politici.
A nulla è valso il mio sforzo ad affrontare l'amministrazione della nostra città da varie vedute, prima Acate 2000 poi nuovo PSI poi FI oggi MPA, nulla, ho sempre trovato sterili difese di posizioni personali.
Con l'ingresso nel MPA, che si presentava come un movimento territorialista, interessato a creare una classe dirigente con occhi attenti al territorio amministrato, senza quindi avere precostituite posizioni nelle alleanze, ho invece dovuto mal digerire scelte verticistiche dettate solo da fredde logiche di appartenenza.
Quante volte in questi tre anni, ho sentito te caro Gianfranco Fidone recitare a memoria la filastrocca “chiedilo al partito, questo ha deciso e questo quindi io faccio” ma quale partito caro Gianfranco, quello di Acate certamente no, perché mai dall’indomani delle elezioni, ci siamo più riuniti per decidere quello che tu assieme a Busacca e Frasca avete operato, forse il partito a cui ti riferisci e il partito di Catania, ma non dovevamo essere un partito territorialista? Dove i vertici locali, dovevano decidere le scelte più confacenti alle esigenze del territorio amministrato e dei suoi cittadini?
Quante volte ho dovuto sopportare Busacca additarmi di non essere mai stato un consigliere del MPA, semplicemente perché ho sempre ragionato con la mia testa ascoltando sempre i bisogni della gente; se ho qualcosa da dire non aspetto che sia qualcuno a sugerirmelo
Avete deciso in modo univoco e senza nessun democratico confronto di entrare in Acatesopratutto, cancellando definitivamente il simbolo del MPA, solo per interesse personale, solo per far si che Frasca entrasse in giunta, portando avanti il programma amministrativo di Caruso, proprio da voi fortemente avversato.
Avete ceduto la carica di Vice presidente del consiglio in favore di Cutello, solo per quietare tale dirompente soggetto, che ha tenuto ed ancora tiene sotto scacco l'amministrazione.
Ma i risultati quali sono? Un territorio che si va sempre più impoverendo, dei cittadini che reclamano una classe politica che non arriva mai, un gruppo politico “Acatesopratutto” che si era proclamato il nuovo, la boccata di ossigeno per Acate, anziché alleviare le sofferenze, con il suo essere opposizione nella maggioranza ha incancrenito la situazione al punto tale che non c'è più antibiotico idoneo; bisogna amputare.
Ho sempre cercato di assolvere al mio mandato cercando di essere quanto più propositivo possibile ma tutto ciò nel MPA non è possibile, almeno fin quando ci sono i Fidone i Busacca ed i Frasca di turno, non è possibile rimanere in un movimento con il rischio di essere classificato come fossimo una sola cosa, non è così, voi siete voi ed io sono io.
Voi avete deciso di sostenere un amministrazione che faceva fa e continua a fare acqua da tutte le parti, la vostra è stata, come i fatti dimostrano, una scelta di comodo che il sottoscritto non può condividere.
Pertanto tali fatti mi costringono nella irrevocabile scelta di lasciare il MPA collocandomi in consiglio comunale nella posizione indipendente autogestito costituendosi gruppo autonomo con capo gruppo il sottoscritto.
...


Leggi tutto 

Questa notizia ha  531 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Oggi Il Professore Masaracchio Presenta I Suoi Due Libri Inviato il  Sab 30 Apr, 2011 11:03 Da Staff Viscarani
News
Image


 

Questa notizia ha  466 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
VI FESTIVAL DEI GIOVANI Inviato il  Sab 30 Apr, 2011 11:01 Da Staff Viscarani
News
Image


 

Questa notizia ha  612 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
[Fantacalcio] 32a Giornata Online! Inviato il  Gio 28 Apr, 2011 18:54 Da SkyOne
News
Image


Calcolati i voti della 32a giornata della Viscarani League II!

Il vincitore del premio settimanale (panino e bibita da Nuccio) è salvoc con la squadra ibraparo punteggio 97!

Gedo in testa!



Il vincitore della giornata non è pregato di mandare una email all'indirizzo


Image


 

Questa notizia ha  352 Visualizzazioni e 0 Commenti. Commenta questa notizia Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 143, 144, 145  Successivo
Album
1° Raduno Viscarani.it - 004
1° Raduno Viscarani.it - 004
Staff Viscarani
Lun 01 Giu, 2009 14:25


Domenica Di San Vincenzo 9.1 - 004
Domenica Di San Vincenzo 9.1 - 004
Staff Viscarani
Lun 04 Mag, 2009 14:21


1° Raduno Viscarani.it - 005
1° Raduno Viscarani.it - 005
Staff Viscarani
Lun 01 Giu, 2009 14:27


Img 3295 [risoluzione Del Desktop]12
Img 3295 [risoluzione Del Desktop]12
bacardibiss
Lun 01 Giu, 2009 19:08


Immagine17
Immagine17
SkyOne
Lun 02 Mar, 2009 12:52


Img 7028
Img 7028
sigx
Dom 03 Mag, 2009 14:09


18
18
sigx
Sab 14 Mar, 2009 03:29


Domenica Di San Vincenzo 8.1 - 006
Domenica Di San Vincenzo 8.1 - 006
Staff Viscarani
Lun 04 Mag, 2009 14:14























 


Viscarani.it rappresenta una comunità virtuale! Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.