Il Presidente Leone Risponde Al Consigliere Di Natale. »  Mostra messaggi da    a     

Viscarani.it


Politica - Il Presidente Leone Risponde Al Consigliere Di Natale.



Staff Viscarani [ Mer 18 Mag, 2011 23:37 ]
Oggetto: Il Presidente Leone Risponde Al Consigliere Di Natale.
Image


Ho appreso, non senza un leggero stupore, della lettera aperta indirizzatami dal consigliere Di Natale, alla quale vorrei dare immediato riscontro.
I fatti di microcriminalità verificatisi nell'ultimo periodo nella nostra città sono noti a tutti e meritano la giusta attenzione: in particolare, ritengo allarmanti le notizie di furti nelle abitazioni anche in pieno giorno. È mia personale convinzione che il territorio non sia sufficientemente coperto dai Carabinieri della locale Stazione, tra l'altro impossibilitati a farlo per la evidente carenza di personale.
È indubbio, comunque, che in tutti noi vi sia la percezione di non essere adeguatamente protetti nei confronti di chi delinque o è propenso a delinquere.
L'argomento è importante ma, proprio perché tale, deve essere trattato con serietà.
Com'è noto urbi et orbi, il Consiglio Comunale non ha competenze in materia di ordine e sicurezza pubblica, poiché la legge le attribuisce esclusivamente al Sindaco.
Il Consiglio Comunale può sollevare il problema, può dibatterlo, può fare da cassa di risonanza, può assumere iniziative di carattere politico, ecc...ma non può risolverlo.
Non dico queste cose per una sorta di scaricabarile, e mi perdoneranno i lettori se dovessero avere questa percezione.
Scrivo queste cose perchè convinto che i c.d. “politici” (categoria alla quale non mi sento di appartenere) debbono smetterla di utilizzare temi seri (come questo) per prendere in giro la gente o per strappare un facile applauso.
Il Consiglio Comunale, che ho l'onore di presiedere, discusse per ben tre volte del problema “sicurezza” e deliberò – all'unanimità – di istituire il c.d. Osservatorio sulla Criminalità. Invitammo partiti, associazioni, sindacati, forze dell'ordine, associazioni di volontariato, sodalizi, associazioni di categoria, ecc....insomma, invitammo (ripetutamente) l'intera società.
Risultato? Coloro i quali ne avevano sollecitato (con grande enfasi) la nascita non parteciparono!
Furono presenti, oltre al sottoscritto, il maresciallo dei carabinieri, il presidente dell'associazione Viviamo Acate e – in una sola occasione – un rappresentante della CIA.
È ingiusto scrivere che l'Osservatorio non fu sollecitato da chi ne aveva il ruolo per farlo: esattamente al contrario, l'Osservatorio fu sollecitato SOLTANTO da chi aveva quel ruolo e disertato da tutti coloro i quali avevano il dovere civico di parteciparvi, “politici” in primis.
Cosa voglio dire, con questo?
Il problema ordine e sicurezza pubblica ad Acate necessita di risposte concrete, non di iniziative fumose; va affrontato con serietà dalle istituzioni cittadine, Sindaco e Giunta su tutti, elevando vibrate proteste nei confronti di quelle Istituzioni (Prefettura e Questura) che hanno il dovere di garantire ai cittadini acatesi il diritto alla serenità ed all'incolumità pubblica.
Il Consiglio Comunale, in persona del suo presidente e di tutti coloro i quali vorranno partecipare, è pronto ad affiancare il Sindaco e la Giunta in qualsivoglia progetto serio e responsabile, condiviso da tutti, se necessario corredato anche di iniziative eclatanti, purchè abbia la finalità suindicata.
Osservatori e Commissioni varie sono iniziative appariscenti ma vuote, utili al “politico” di turno per strappare un'intervista o un facile applauso.


Acate, 17 maggio 2011
.

Il Presidente del Consiglio
Avv. Giuseppe Leone




Powered by Icy Phoenix based on phpBB