Pagina 1 di 1
 
 

Messaggio Comunicato Stampa Mpa

#1  Staff Viscarani Mar 03 Mag, 2011 19:17

Apprendiamo con sentita amarezza dell’uscita dal Movimento per le Autonomie del consigliere comunale Pippo Monello.
Invero un ennesimo cambio di casacca era preventivabile anche perché in politica, come nella vita, vale sempre il detto “chi tradisce una volta tradisce sempre”.
Lo stesso Pippo Monello nella dichiarazione di fuoriuscita ha accennato alcuni dei passaggi partitici compiuti nella sua travagliata vita politica, omettendone altri e by-passando i cambi di “corrente” all’interno delle molteplici formazioni in cui ha militato.
Ebbene ci saremmo attesi da lui giusto quattro righe di spiegazione, senza artati tentativi di giustificare l’ingiustificabile passaggio avvenuto con una tempistica da record del mondo (e sai bene  a cosa ci  riferiamo, caro Pippo.  Ma di questo risponderà  la tua coscienza).
Da lui leggiamo che “La politica acatese tende a curare sempre più gli interessi personali” … e ci crediamo! I suoi innumerevoli cambi di partito dimostrano scientificamente che può rinunciarsi con tutta serenità alla propria collocazione partitica in cambio di chissà quale promessa o in virtù di chissà quale ambizione!
Da lui leggiamo di “Burattini” che popolano la politica acatese e anche su questo non possiamo smentirlo: per anni lo è stato, con l’aggravante che i burattinai sono stati decine di onorevoli diversi!
Caro Pippo, noi abbiamo avuto il coraggio di modellare la nostra iniziativa politica a ciò che abbiamo ritenuto corretto per il nostro paese. Il tempo ci darà ragione o, molto probabilmente, torto, ma è certo che nessuno potrà mai accusarci di avere cambiato di un solo centimetro la rotta autonomista nella quale fortemente crediamo. Alla luce del tuo ennesimo passaggio partitico un dato è certo: oggi ha vinto l’ideale autonomista
.Chi aveva deciso di “fare fuori” un gruppo di giovani volenterosi ha dichiarato la sconfitta abbandonando per primo la nave e confermando che la forza di un’idea non può essere cancellata da chi cerca collocazioni partitiche soltanto per questioni di opportunità ed interesse politico-personale. “U cavaddu si viri i lonca strata”, così recitava il vecchio proverbio siciliano.Tu hai deciso per l’ennesima volta di cambiare bandiera partitica, noi invece proseguiamo per la nostra strada ancora più forti, decisi e convinti di prima.
A te, e a chi ti ha preceduto nella corsa ad altri lidi, rivolgiamo il nostro più sincero augurio di trovare finalmente uno scoglio solido al quale aggrapparti, senza più scivolare.
A meno che la tua reale intenzione sia di entrare nel “Guinnes dei Primati” come “L’uomo che ha cambiato più partiti al mondo”. E in tal caso non ti rivolgiamo nessun augurio, ma ti porgiamo i nostri sentiti complimenti visto che già ci sei entrato con ampi meriti e per acclamazione.
Ad maiora!


Acate, 2 maggio 2011


Il Movimento per le Autonomie di Acate

 



 
avatar
italia.png Staff Viscarani Sesso: Uomo
Staff
Staff
Staff
Staff
 
Età: 15
Registrato: Marzo 2009
Residenza: Vischiri
Messaggi: 1616
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 


NascondiQuesto argomento è stato utile?

 

Valuta questo argomento:                       

Valutazione Media Valutazione Minima Valutazione Massima Numero Valutazioni
0.00 0 0 0
Condividi Argomento
blinkslist.com blogmarks.net co.mments.com del.icio.us digg.com newsvine.com facebook.com fark.com feedmelinks.com furl.net google.com linkagogo.com ma.gnolia.com meneame.net netscape.com reddit.com shadows.com simpy.com slashdot.org smarking.com spurl.net stumbleupon.com technorati.com favorites.live.com yahoo.com DIGG ITA Fai Informazione KiPapa Ok Notizie Segnalo Bookmark IT
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML

Pagina 1 di 1
 



Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno





  

 


Viscarani.it rappresenta una comunità virtuale! Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.